Il kanji dell'anno 今年の漢字 Kotoshi no kanji Una Tradizione Nuova che Affascina

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

shodo kanji new year

articolo in italiano

 

 

Il Giappone ha molte tradizioni alcune delle quali recenti come questa introdotta per la prima volta 1995, davvero solo qualche anno fa, ma che hanno già un seguito molto importante.

Di solito c ritroviamo a parlare di tradizione che tornano indietro di secoli e che si sono radicate nella cultura e nella società giapponese. Ma per la prima volta ci ritroviamo a parlare di una tradizione che ha solo 26 anni, davvero “giovane”.

Il Kanji che racchiuderà lo spiro dell’anno a venire viene scelto dalla Japanese Kanji Proficiency Society 財団法人日本漢字能力検定協会 Zaidan hōjin Nihon Kanji Nōryoku kentei kyōkai che attraverso una votazione a livello nazionale. Pensate che per il Kanji che rappresenta quest’anno, 金 (kin, kane) che tra l’altro è già stato “protagonista” e scelto ben 4 volte (nel 2000, 2012, 2016 e 2021), sono arrivate addirittura 223,773 proposte inviate, di queste il kanji Kin ha ricevuto ben 10,422.

 

kiyomizu dera temple

 

Una volta deciso il Kanji la cerimonia di presentazione si tiene a Kyoto presso il Kiyomizu-dera 清水寺, che sicuramente molti di voi appassionati conoscono er la sua bellezza. Il 12 dicembre, chiamato il Giorno dei Kanji 漢字の日 kanji no Hi, la cerimonia sarà presenziata dal monaco responsabile del tempio di Kiyomizudera, che lo presenterò con una caratteristica e molto entusiasmante presentazione particolare, perché verrà scritto direttamente dal monaco su tela con un pennellone nel classico stile shodo 書道, molto interessante da seguire.

 

shodo kanji new year

 

Di solito l’indicazione del kanji segue le sperenza o la celebrazione di eventi che anno caratterizzato l’anno come per esempio per il 2018 è stato scelto il Kanji sai/wazawa-i 災 che significa disastro, ed è stato scleto per commemorare l’evento dello stesso anno in cui ci fu un terremoto in Osaka oltre a pesanti inondazioni nel sud-ovest del Giappone, un anno particolarmente funesto. Tornando per esempio al “nostro” Kin nel 2016 fu scelto per via delle molte vittorie (e medaglie d’oro) vinte del Giappone alle olimpiadi di Rio 2016.

Seppur nuova come tradizione ha preso campo velocemente ed entrata nei cuori dei giapponesi che in quest’ultimi anni si sono sentiti sempre più presi dall’evento tanto che le proposte ricevute dalla Japanese Kanji Proficiency Society sono in forte aumento e occupa sempre lo spazio in tutti i media giapponesi che ne danno forte rilievo.