header fukai nihon

cultura giapponese min

      CULTURA

 

akiba pop cerchhio min

INTRATTENIMENTO

cucina giappo min

  SAPORI E CUCINA

scoperta giappone min

   ESPLORANDO 

news giappone min

       NOTIZIE

Watatsumi 綿津見 il Dio drago del mare

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

watatsumi no Kami


articolo in italiano

 

  

Watatsumi è una divinità Kami della religione shintoista con molti nomi come vedremo, ma viene in generale considerato il Dio drago del mare, proprio per questo in molte leggende assume il nome di Ryūjin. Vediamo come questa divinità la ritroviamo in molte leggende, templi e architetture all'interno del Giappone.

Watatsumi 綿津見  è una di quelle divinità giapponesi che possono possedere diversi nomi a seconda della fonte a ci si fa riferimento. A volte viene chiamato anche Ōwatatsumi-no-Kami come riportato nel Kojiki mentre Watatsumi-Sanjin è il nome menzionato nel Nihon-Shoki.

 

watatsumi no Kami

  

Alla figura di Watatsumi sono riconducibili numerose leggende, di cui vi riportiamo alcune in seguito. Ad esempio nel Nihon-Shoki viene menzionato che Jingū Kōgō l'Imperatrice [moglie di Chūai-Tennō (192-200) che de facto regnò fino 269 quando salì poi al trono il figlio Ōjin-Tennō (270-310)] riuscì nell'impresa di conquistare la penisola di Shinra grazie aiuto dell'eredità di Watatsumi (essendo secondo la leggenda la Dinastia Imperiale discendenti diretti dei Kami, essi possedevano le due sfere del Dio drago del mare).

Si narra che nel tentativo di conquistare la Silla (l'antica penisola coreana) Jingū Kōgō durante la battaglia gettò in mare la sfera chiamata Shihohirutama 塩乾珠 per la bassa marea che blocco le navi nemiche e costrinse i marinai a scendere giù con le maree completamente ritirate, successivamente fu gettata in mare la Shihomitsutama 塩盈珠 per l'alta marea che alzando la marea travolse tutti portando alla vittoria la flotta dell'Imperatrice (in alcune versioni il nome delle sfere magiche diventa Kanju per il ritiro delle maree, mentre per l'innalzamento delle maree il nome era Manju).

 

sfere del drago

 

 In alcune leggende il nome di Watatsumi diventa Ryūjin come nella fiaba di Saru-no-ikigimo dove si narra che il Dio drago del mare invia sulla terraferma una umigame (tartaruga marina) per catturare una saru (scimmia) perché hai bisogno del fegato quest'ultima, ma non riesce ad ottenerlo a causa di un'ingerenza della kurage (medusa) che avvisa ingenuamente il saru del pericolo (in una variante invia la stessa kurage sull'isola delle scimmie), alla fine Ryūjin punisce la kurage privandola della suo guscio e ossa e bandendola dal Ryūgū-jō.

Mentre nella leggenda più famose di tutte Ryūjin invia sulla terraferma una umigame per invitare Urashima Tarō a trascorrere del tempo nel Ryūgū-jō per ringraziarlo di aver salvato una creatura marina. Successivamente il Dio drago del mare fa dono al protagonista di un tamatebako che contiene il tempo, infatti quando Urashima Tarō lascia il Ryūgū-jō e ritorna a casa scopre che nel suo mondo è passato molto più tempo di quanto credeva trovando tutto cambiato e quando sconfortato si reca in riva alla spiaggia e apre il tamatebako diventa improvvisamente anziano (mentre in un'altra versione muore di colpo per la vecchia).

 

ureshima taro

 

Sono stati consacrati diversi jinja a Watatsumi tra cui Daikai-jinja presso Tarumi-ku (uno dei 9 wards di Kōbe-shi) nella Hyōgo-ken ma anche Watatsumi-jinja presso Sumiyoshi-ku (uno dei 24 wards di Ōsaka-shi) nella Ōsaka-fu.

Nell'architettura moderna lo stile del Ryūgū-jō viene riproposto in molte strutture, la più famosa di tutte è senza dubbio 「Katase-Enoshima-eki」 (la stazione ferroviaria) che si trova presso Fujisawa-shi nella Kanagawa-ken, così come per il 「Ryūgū-jō Hoteru Mikazuki」un albergo a 4 stelle situato a Kisarazu-shi nella Chiba-ken dove la sua SPA è completamente ispirata alla residenza di Watatsumi. Lo stesso accade per una nave di proprietà della 「Shima marinrejā kabushikigaisha」 una società di spedizione con una sede presso Toba-shi nella Mie-ken che ha nella sua flotta un'imbarcazione che richiama il Ryūgū-jō. Infine ci sono anche alcuni bagni pubblici che si possono trovare presso Takuma-chō nella Kagawa-ken il cui aspetto architettonico ricorda la leggendaria residenza di Ryūjin.

Ormai avrete imparato a conoscerlo :), conoscerne gli stili, gli argomenti. Quest'articolo che vi introduce a una figura della mitologia giapponese che pochi conoscono è un articolo di Paolo Napolitano che ha condiviso con noi le sue conoscenze, grazie Paolo :) 

 

Accedi Registrati

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *

istagram banner

PULSANTE ISCRIZIONE YOUTUBE


collaboratori e partners                                  

 

twitter banner

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.