header fukai nihon

Death Note デスノート La Rappresentazione Teatrale della Discordia

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Death Note The Musical poster

articolo in italiano

 

 

 

In Giappone si trae dagli anime e manga qualsiasi cosa per divertire e intrattenere il pubblico, non da ultimo i film live-action, alcuni dei quali riusciti ad arrivare persino da noi grazie al cinema, ma soprattutto a Netflix. Forse però, non tutti sanno che i film sono l'ultimo prodotto di un'evoluzione di una forma d'intrattenimento più radicata e longeva, che interessa i palcoscenici nipponici, ovvero i musical teatrali. Nonostante sia un genere di spettacolo nato in America, si è diffuso presto in tutto il mondo e in Giappone è ormai diventato un fenomeno più che naturale.

A differenza di altri musical, la caratteristica che colpisce l'attenzione su questo titolo in particolare è la sua produzione, a carattere internazionale.Difatti la HoriPro, società di produzione giapponese che già aveva lavorato dietro i film live-action, per la trasposizione teatrale si rivolse nel 2013 al compositore newyorkese di Broadway Frank Wildhorn, il quale, prima di venire contattato, neanche sapeva cosa fosse. È stato il figlio a spingerlo ad accettare, dicendogli che "sarebbe stata la cosa più bella che avesse mai fatto", così radunò il suo team: lui compositore delle musiche, Jack Murphy che scrisse i dialoghi e Ivan Menchell che stese la sceneggiatura.

Il 14 aprile 2014 il musical, scritto in inglese, venne presentato ai produttori giapponesi e coreani in un workshop chiuso; il cast includeva Andy Kelso, Robert Cuccioli e Adrienne Warren; a seguito di questo in dicembre è stato registrato un concept album con le canzoni in lingua inglese cantate da: Jeremy Jordan nel ruolo di Light, Jarrod Spector in quello di L, Eric Anderson che interpretava Ryuk, Carrie Manolakos nel ruolo di Rem, Michael Lanning in quello di Soichiro, Adrienne Warren che interpretava Misa e infine Laura Osnes nel ruolo di Sayu.

[Cliccando nel banner in basso potrai ascoltare la playlist in youtube]

banner youtube


A partire da gennaio dell'anno successivo, 2015, iniziò la campagna promozionale, con la pubblicazione di 8 canzoni dell'album ("Playing His Game", "They're Only Human", "When Love Comes", "I'll Only Love You More", "Kira", "Stalemate", "Honor Bound" e "Where Is The Justice") gratis su Youtube, dopodiché il musical debuttò il 6 aprile 2015 al Nissay Theatre (日生劇場, Nissei Gekijō) di Tokyo, fino al 29 aprile.

Prima di entrare nei particolari del musical ci vuole una piccola prefazione perchè ci sono due versioni, in cui due attori diversi hanno interpretato il ruolo di Light (entrambe reperibili su youtube).

Versione Kenji Urai

È spettacolare, di una bellezza indescrivibile: tutti i personaggi hanno un proprio rilievo e nessuno, al contrario del manga o dell'anime è in secondo ruolo, nemmeno Misa o Sayu.L'interpretazione di Rem è magistrale e commovente, mentre quella di Soichiro Yagami assomiglia a quello che noi occidentali pensiamo siano i samurai, ovvero uomini d'onore; Sayu e Misa assumono più carattere e Ryuk ricorda, in un certo modo, un mesto pagliaccio. I due protagonisti sono eccezionali: L diventa dinamico e la discesa nell'esaltazione e follia di Light è resa alla perfezione.

Versione Hayato Kakizawa

La differenza rispetto alla prima versione si gioca sul personaggio di Light Yagami: nella prima, molto fedele alla trasposizione a colori dell'anime, appare un poco "strutturata", dovuta all'età anagrafica dell'attore; in questo caso l'interprete è più normale e realistico, facendo apparire il drama come qualcosa di realmente accaduto.

 

Death Note The Musical: trama

  

cast completo


La trama comprende i primi 12 volumi del manga (l'arco narrativo che vede come antagonista di Light Yagami, L), si compone di 2 atti e presenta alcuni dettagli differenti rispetto all'originale, soprattutto nel finale.

Atto I

Light Yagami è un geniale studente delle superiori di Tokyo, in Giappone, che disprezza i criminali.

Nel frattempo, due Shinigami ("divinità della morte") di nome Ryuk e Rem discutono di quanto siano pietosi gli umani, prima che Ryuk, in cerca di divertimento, lasci cadere nel mondo umano un quaderno soprannaturale chiamato "Death Note".

Light lo trova per strada e dopo aver letto nella prima pagina le regole di come funziona il quaderno, scrive scherzosamente il nome di un criminale che sta tenendo in ostaggio un gruppo di bambini. Quando il criminale muore per infarto, dopo fatidici 40 secondi, Light rimane inizialmente sconvolto e inorridito, chiedendosi se ne è responsabile - fino a quando il suo odio per i criminali lo spinge a usare il Death Note per liberare il mondo dal crimine; ci prende gusto e inizia una serie di omicidi che attira rapidamente l'attenzione della polizia. In seguito a ciò, il capo Soichiro Yagami propone con riluttanza di arruolare l'enigmatico, e poco ortodosso detective noto solo come L.

Mentre Light sfoglia il Death Note nella sua stanza, Ryuk appare e si identifica come il proprietario originale del quaderno e rivela che scriverà il nome di Light al suo interno quando sarà il suo momento di morire e che solo coloro che hanno toccato il Death Note possono vederlo. Light confida i suoi piani per diventare il salvatore del mondo, utilizzando Internet per mostrare a Ryuk che la gente ha etichettato con gioia gli omicidi come opera di "Kira" [che deriva da "killer" (assassino)]. Ryuk, divertito dal fatto che l'"eroe" del popolo non sia altro che un adolescente monello, lo lascia fare, nonostante riveli di non aver scelto Light per questo compito e di aver semplicemente lasciato cadere il Death Note per noia.

Tornato a casa, Light assiste a una trasmissione dell'Interpol in cui L si rivela e giura di catturare Kira, inducendo Light a scrivere il suo nome nel Death Note. Tuttavia la trasmissione è una trappola e dopo la morte dell'uomo, entra in scena la voce del vero L, che spiega che la sua controfigura era un criminale destinato all'esecuzione. Terminando la trasmissione L ne deduce che Kira si trova nella regione del Kantō e riflette sulla loro imminente battaglia, rendendosi anche conto che il suo avversario è uno studente delle superiori. Dopo essere caduto incautamente nella trappola di L, Light cerca di saperne di più sul Death Note da Ryuk, chiedendosi fino a che punto possa manipolare i dettagli della morte di una persona.

Soichiro, ora rivelatosi il padre di Light, entra nella stanza e discute del caso con il figlio, accennando alla deduzione di L, basata sul calendario degli omicidi, secondo cui Kira è uno studentesse. Dichiara poi che, secondo lui, L ha sbagliato, a livello morale, a sacrificare la sua controfigura durante la trasmissione, consigliando a Light di essere il più corretto possibile.

 

death note musical cast

 

Mentre L deduce che Kira ha bisogno di un nome e di un volto per uccidere, Light chiede a Ryuk, che può vedere il nome di qualcuno sopra la sua testa, di dirgli il nome di L nel caso in cui lo incontrassero ma Ryuk si offre invece di dare a Light i suoi "Occhi di Shinigami" in cambio di metà della sua vita residua. Rifiutando l'accordo, Light cambia il programma degli omicidi, rivelando il legame di Kira con la polizia e costringendo L a sondare la propria squadra investigativa.

Fiducioso che la task force si vendicherà scoprendo e smascherando l'identità di L, Light riflette sull'esito del loro "gioco". Ma non solo la polizia giapponese lo cerca, infatti dall'America l'FBI ha inviato diversi agenti in Giappone, spingendo Light a trovare l'identità di un agente, Haley Belle, sui profili social media della sua fidanzata. Scrivendo il nome di Belle sul taccuino, Light chiede di incontrarsi alla stazione di Shinjuku, dove l'agente scrive i nomi dei suoi colleghi su un foglio del Death Note prima di suicidarsi.

Dopo aver appreso la morte degli agenti dell'FBI, la task force entra in panico: combattuta tra il dovere di catturare Kira e la paura di essere uccisi, per smuovere la situazione Soichiro dà a ogni uomo della squadra la possibilità di andarsene perdendo così uno di loro che abbandona il caso.
Intanto Light e L ascoltano da diverse postazioni le lodi dei cittadini a Kira, mentre il detective giura di consegnarlo alla giustizia. Improvvisamente, un secondo Death Note cade dal cielo e viene trovato dall'aidol  Misa, che è fuggita dalle grinfie di uno stalker.

Atto II

Dopo che la folla ha elogiato ancora una volta Kira, Rem appare davanti a Misa. Rivela che il Death Note appena caduto apparteneva a uno Shinigami di nome Gelus che aveva infranto il codice Shinigami salvando Misa dal suo stalker e poi si era trasformato in sabbia. Spiegando che Kira ha punito l'uomo che le ha ucciso i suoi genitori, Misa prega una riluttante Rem di darle gli occhi da Shinigami per poterlo incontrare e aiutare anche se questo le toglierà metà della vita che le rimane.

Nel frattempo, la task force ammette a Soichiro la propria mancanza di fiducia in L, compreso il sospetto che sia Kira; dal canto suo il misterioso detective si presenta dinanzi a loro e propone il proprio sospettato: Light Yagami. Giurando di indagare su di lui da vicino, incontra il giovane genio all'università, durante la cerimonia d'apertura dell'anno accademico e cogliendolo di sorpresa, rivelandogli di essere L. Mentre i due complottano la caduta l'uno dell'altro, Misa scrive una nuova canzone in cui dichiara sottovoce la sua devozione a Kira e mentre la registra, ne approfitta per inviare un messaggio a una stazione televisiva come "seconda Kira", pregando di incontrare l'originale a Shibuya, cosa che disturba Light ma diverte Ryuk. Questo messaggio costringe L ad accettare l'impossibile, compresa la probabilità che gli Shinigami esistano.

Il giorno dopo, a Shibuya, la notizia dei due Kira viene accolta con gioia dalla gente, speranzosa che la coppia unisca le forze e così accade: Light e Misa si incontrano e si presentano reciprocamente i loro Shinigami. Quando Misa lo prega di diventare il suo fidanzato in cambio del suo aiuto, Light la manipola per farle rivelare il nome di un membro della task force che li segue, con grande orrore di Rem. I due si separano con la promessa di rincontrarsi nel campus universitario e lasciando Ryuk e Rem a riflettere sulla situazione, con Ryuk che la mette in guardia dall'affezionarsi troppo a Misa.

 

death note musical

 

Più tardi, le continue affermazioni di L sulla colpevolezza di Light sfociano in un'accesa discussione con Soichiro, che si conclude con la rivelazione che l'agente che aveva pedinato Light si è suicidato. Convinto che i due Kira stiano lavorando insieme, L lascia Soichiro a mettere in discussione la sua fiducia nel figlio.

Tornati al campus, L sfida Light a un set di tennis, l'intensità della loro battaglia mentale si ripercuote sulla partita e dopo aver vinto, Light interroga L sui suoi sospetti, ma a quel punto arriva Misa; Light la presenta a L, permettendo così alla ragazza di vedere il vero nome di quest'ultimo. Tuttavia, L la fa arrestare prima che possa rivelare ciò che sa, avendo trovato prove sulla busta inviata alla stazione televisiva che la lega alla Seconda Kira. Bendandola e incatenandola, L cerca di costringere Misa a confessarsi, ma lei rifiuta. Sconvolto dal metodo interrogatorio, Soichiro prevede che L pagherà per aver torturato Misa e riafferma la sua fede in Light.

Successivamente Rem entra nella cella di Misa, offrendole di cancellarle la memoria del Death Note in modo che non tradisca Light, la giovane accetta, lasciando Rem con il cuore spezzato. Rem trova poi Light e Ryuk, a quel punto Light la convince a scrivere il nome di L nel Death Note, assicurandole che così Misa si salverà. Anticipando questo, Rem accetta e orchestra la morte di L come il ragazzo vuole e specifica, così facendo sacrifica sé stessa.

Con il palco pronto per la resa dei conti finale, L va a incontrare Light in un magazzino abbandonato sul molo di Daikoku. All'arrivo, L tiene Light sotto tiro, al che quest'ultimo confessa i suoi crimini e rivela sia il suo Death Note che Ryuk, poi dichiara la sua vittoria, poiché il nome di L è già stato scritto da Rem. 
L spara al suo nemico, ma questo fa parte del piano di Light - dirà a Soichiro che L era il vero Kira e ha cercato di ucciderlo, permettendogli così di unirsi e alla fine manipolare la task force come meglio crede. Tuttavia, L lo avverte che il gioco non è ancora finito prima di essere costretto a suicidarsi dal Death Note. Mentre Ryuk si congratula con Light, si lamenta che la vita tornerà a una noiosa routine senza L per sfidarlo, e scrive il nome di Light nel Death Note mentre quest'ultimo implora di essere risparmiato, dichiarandosi "Dio del Nuovo Mondo" prima di morire. Esaurito il suo compito, il dio della morte se ne va con il Death Note.

Mentre la gente piange la perdita di Kira, Soichiro e Sayu trovano i corpi nel magazzino, chiedendosi cosa sia realmente successo. Nel frattempo, Misa trova i resti di Rem e li disperde, segnando la morte di quest'ultima e della storia.

 
Death Note The Musical: il Cast

 

death note musical 2

 

Il cast che compone il fil è formato da personaggi con alle spalle una carriera variegata che non è solo legata al teatro ma che si fonde con il cinema, i drama e la musica. Vediamo alcuni dei personaggi principali per darvi un'idea anche del loro background. Per ragioni di spazio ci limiteremo agli elementi della bibliografia più importanti, chi fosse interessato a saperne di più del singolo attore sono sicuro troverà moltissime informazioni in rete.

 

Hayato

Hayato Kakizawa (柿澤勇人)- ha interpretato il ruolo di Light nella produzione in lingua giapponese di Death Note: The Musical nel 2015 e 2017, è inoltre conosciuto per aver interpretato recentemente Love, Life & Goldfish (すくってごらん Sukutte Goran 2021), Dying Eye (ダイイング・アイ 2019) e Two Weeks (2019).

 

 TeppeiTeppei Koike (小池徹平)- è un altro attore che alterna felicemente, come Kenji Urai, la carriera teatrale/cinematografica e musicale; con la prima debutta nel 2002 nel dramma Tentai Kansoku (天体観測 Searchin' for My Polestar), mentre l'altra pubblicando con la band WaT, nel 2004, il cd indies Sotsugyo Time. Nel 2007 avviò il primo progetto musicale da solista e nel 2015 lo vediamo vestire i panni di L nel musical Death Note: The Musical, così come nel 2017 per poi proseguire continuando a girare film e tv show, di cui gli ultimi, entrambi datati 2021, sono stati Reach Beyond The Blue Sky (青天を衝け, Seiten o Tsuke) e Dragon Sakura 2 (ドラゴン桜 2).

Kenji Kenji Urai (浦井健治)- ha debuttato come attore nel 2000 nella serie televisiva Kamen Rider Kuuga (仮面ライダークウガ, Kamen Raidā Kūga, Masked Rider Kuuga), successivamente nel 2001 veste i panni di Mamoru Chiba/Tuxedo Mask (地場衛/タキシード仮面, Takishiido Kamen) in Sailor Moon Musicals (セーラームーン・ミュージカル Sērā Mūn myūjikaru, più comunemente conosciuti con il nome SeraMyu セラミュー Sērāmyū) e con esso inizia la sua carriera teatrale. E non ha solo la carriera teatrale, nel 2013 ha infatti formato StarS, un'unita musicale con Yoshio Inoue (井上芳雄 (いのうえ よしお) e Ikusaburo Yamazaki (山崎 育三郎, Yamazaki Ikusaburō) ed è attivo anche come cantante solista.

 FukaFuka Yuzuki (唯月ふうか)- è una cantante e attrice rappresentata da HoriPro. Originariamente lavorava sotto la Stardust Promotion con il suo vero nome Momoko Kawakami (川上桃子) ed è un ex membro delle 3B Junior e delle Momonaki. Nel 2015 e 2017 la troviamo nelle vesti di Misa Amane (海砂 弥) in Death Note: The Musical, mentre recentemente ha interpretato il ruolo di Eponine nella produzione del 30° anniversario de Les Miserables nel 2017, che ha ripreso nel 2019 e nel 2021.

 

 Death Note The Musical: post-produzione

Il musical ha avuto 3 rappresentazioni in Giappone, la seconda avvenuta nel settembre 2017 con il ritorno della maggior parte del cast principale. Prima di questo lo stesso cast aveva tenuto 3 spettacoli al National Taichung Theater [(Chinese: 臺中國家歌劇院; pinyin: Táizhōng Guójiā Gējù Yuàn) (POJ: Tâi-Tiong Kok-Ka Koa-Ke̍k-Īⁿ)] di Taichung (cinese: 臺中市 / 台中市, pinyin: Táizhōng Shì), Taiwan.
Il musical è andato in scena per la terza volta a Tokyo nel 2020 con un cast completamente nuovo, ma la regia è sempre stata affidata a Tamiya Kuriyama (栗山民也). Quattro delle esibizioni sono state registrate per essere pubblicate, rispettivamente due delle esibizioni dal vivo del 2015 sono state registrate per essere trasmesse in tv in Giappone, così come nel 2017.

La prima, con Kenji Urai nel ruolo di Light, è andata in onda il 17 ottobre 2015, mentre la seconda, con Hayato Kakizawa, il 7 novembre. Il titolo deve la sua popolarità a livello internazionale, grazie al merito di una compagnia russa che ha portato lo stesso concerto in Russia.

          
Death Note The Musical: recensioni

Il musical fu uno dei più attesi dell'anno in Giappone; fu elogiata la colonna sonora di Wildhorn, mentre la storia venne criticata per aver cercato di stipare 12 volumi del manga in sole 2h e mezza di spettacolo. La critica colpì anche la messa in scena perché molto semplicistica e priva di effetto visivo, tuttavia, a mio avviso, essendo già di per sé la storia del manga basata sulla logica e il pensiero, è una critica scarna.

Info credits:

gamerantwikipediaanimegeekdeathnote.fandomimdbmomoirocloverz.fandom

Photo credits:

deathnote.fandom.comanimenewsnetworkasianwikimomoirocloverz.fandom

Special thanks:

Andrea Andros & Sana-chan Kurata

Samantha Sisto

 

Accedi Registrati

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *


cultu ita
intrattenimento ita
cucina ita
scopri giappone ita
notizie ita 

divisorio 1


collaboratori e partners                                  

 

chi siamo ita                                                                   collabora con noi ita                                                                  cosa facciamo ita                     

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.